Vicenza, Palladio e le Ville Venete

13673471003_87c4c54b37_zL’11-13 ottobre 2019 vi proponiamo un affascinante viaggio nella città del Palladio e al suo stupendo circondario, con le ville La Rotonda e Valmarana ai Nani, le cittadine di Bassano e Marostica.

Palladio è il grandissimo artista del rinascimento che come nessun altro influenzò l’architettura occidentale. Basti dire che con la risoluzione n. 259 del 6 dicembre 2010 il Congresso degli Stati Uniti d’America ha riconosciuto Palladio come “padre dell’architettura americana”!

8134768172_c2abaebac3_zVicenza, nel Nord-Est dell’Italia, divenne un centro di primaria importanza sotto il governo veneziano, tra il XV e il XVIII secolo. Il periodo d’oro di Vicenza inizia infatti nel 1540, quando l’aristocrazia veneziana riorganizza la città e le sue campagne e Andrea di Pietro della Gondola, detto il Palladio, uno dei maggiori architetti dell’epoca, viene incaricato di progettare le nuove residenze di proprietà dei nobili veneziani. In quegli anni Vicenza si adorna di meravigliosi palazzi privati ed edifici pubblici, e nelle campagne vengono progettate ville straordinarie.

29436256727_b40b84ed72_zLe Ville Palladiane del Veneto, riconoscibili per l’eleganza, l’equilibrio, la simmetria e nelle quali vengono sintetizzati gli aspetti funzionali della gestione del territorio e dell’autocelebrazione dei nobili proprietari, sono delle case-templi, abbellite con scalinate monumentali e coronate da un frontone sostenuto dalle colonne di una loggia. In queste ville razionalità e funzionalità sono strettamente legate, sono un centro del potere, ma anche luogo di diletto, di cultura e bellezza. La villa palladiana è concepita come recupero umanistico della villa romana antica.

29016193730_78c6a86efe_zVicenza è una città molto elegante ed affascinante: grazie al contributo di Palladio è stata inserita nella lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO nel 1994, con ventitré monumenti del centro storico e tre ville site al di fuori della cinta muraria. A queste tre ville se ne sono aggiunte altre sedici nel 1996.

Dedicheremo il pomeriggio dell’arrivo a visitare il centro storico di Vicenza, vero e proprio gioiello, scrigno di opere palladiane, tra cui il celebre Teatro Olimpico, il primo teatro coperto al mondo.

1534578895_6c54a9dbb1_zNella giornata di sabato, con un pullman a nostra disposizione, raggiungeremo la vicina Villa Almerico Capra, detta La Rotonda, lo straordinario capolavoro del Palladio, uno dei più celebri ed imitati edifici della storia dell’architettura (vedi la Casa Bianca a Washington). Ci dirigeremo poi a Nord sulla pedemontana veneta, visitando Bassano del Grappa, romantica città medievale, celebre per il ponte di legno sul Brenta ma anche per la grappa.

1732469984_fa78cd45ab_mDopo il pranzo (organizzato e compreso) ci sposteremo quindi nel vicino centro Medievale di Marostica, tipico borgo veneto fortificato, famoso anche per la grande partita a scacchi che si disputa in una piazza concepita come scacchiera. Chi vorrà potrà salire fino al Castello superiore per godere di un bellissimo panorama.

La sera la cena a Vicenza sarà libera, così ognuno potrà decidere dove e soprattutto cosa assaggiare delle saporite specialità vicentine.

VillaG5Domenica, arriveremo a piedi (ma è possibile un’alternativa per chi avesse problemi a fare, seppur lentamente, un dislivello di 80 metri) a Villa Valmarana ai Nani, notevole per il ciclo di affreschi del Tiepolo. Ci affacceremo infine sulla vicina terrazza del Santuario di Monte Berico, per ammirare un panorama che spazierà dal Monte Grappa ad Asiago.

Arriveremo a Vicenza viaggiando fino a Padova con il treno ad alta velocità (h 3,14), e poi per un breve tratto con un treno regionale o intercity (h 0,15).

Alloggeremo a Palazzo Otello 1847, un hotel di design aperto da pochi mesi proprio nel centro storico, frutto del completo restauro di un imponente Palazzo Rinascimentale,  a soli 150 metri dalla Basilica Palladiana e dal Duomo di Vicenza.

Il viaggio è come sempre realizzato con il  Tour Operator G.& T.  

COME E QUANDO PRENOTARSI

I posti sono limitati, la prenotazione deve essere effettuata entro il 9 febbraio 2019, esclusivamente telefonando al  327 4564966 oppure tramite WhatsApp ( Loretta Buonamico).

Infatti, visto il grande interesse che stanno riscuotendo i viaggi che proponiamo, per poter gestire correttamente l’ordine di prenotazione non potremo più considerare valide le prenotazioni effettuate tramite SMS o mail, ma solo quelle per telefono o WhatsApp.

Una volta ricevuta conferma della disponibilità, la prenotazione deve essere fissata versando, sempre entro il 9 febbraio 2019, l’acconto di 150 Euro a persona, in contanti previ accordi con Loretta, oppure sul conto corrente presso: Banca Popolare di Milano ag. 322  intestato: a G.& T. snc,     IBAN:  IT05Z0503403300000000002126
Il saldo andrà versato entro il 31 luglio 2019.


IL PROGRAMMA DEL VIAGGIO


Venerdì 11 ottobre
7.50   circa, incontro del gruppo a Roma Termini, in prossimità del Gate C (uno degli ingressi per accedere ai binari)
8.15   circa, partenza treno alta velocità
12.43 circa, arrivo a Vicenza, bagagli in Hotel (Palazzo Otello 1847), pranzo libero
14.45 visita guidata al centro storico di Vicenza e al Teatro Olimpico
18.00 Tempo libero
20.00 Cena presso il ristorante di Palazzo Otello 1847

Sabato 12 ottobre
9.40 Partenza con pullman privato
10.00 Visita a Villa Almerico Capra, detta La Rotonda (10 min. da Vicenza)
12.00 Visita al centro medievale di Bassano del Grappa (40 km, 45 min. da Vicenza)
13.30 Pranzo organizzato (compreso)
15.30 Visita al centro medievale di Marostica (8 km da Bassano)
Rientro a Vicenza, tempo libero, cena libera

Domenica 13 ottobre
9.30  percorso a piedi ( 30 min.) fino a Villa Valmarana ai Nani, visita alla villa e al suo parco
11.30 visita al Santuario di Monte Berico, affaccio sul piazzale panoramico
12.30 Ritorno in centro, pranzo libero
14.30 circa, appuntamento in hotel, spostamento alla Stazione a piedi
15.17 circa, treno per Roma
19.45 circa, arrivo previsto a Roma Termini

N.B.  il programma potrà subire alcune variazioni non dipendenti dalla nostra volontà.

COSTI DEL PACCHETTO

370,00 Euro in camera matrimoniale standard,
400,00 Euro in camera matrimoniale o doppia superior,
390,00 Euro in camera tripla superior,
440,00 Euro in camera singola.

La quota comprende:

Trasporto in treno alta velocità, due pernottamenti con una cena e due colazioni nell’hotel Palazzo Otello 1847, un pranzo a Bassano, tutti gli ingressi nei siti in programma, le visite guidate con guide specializzate,  gli spostamenti in pullman, la tassa di soggiorno, l’assicurazione.
La quota non comprende:  i pranzi di venerdì e domenica, la cena di sabato e tutto quanto non specificato alla voce “la quota comprende”.

In caso di rinuncia, fino a 50 giorni prima della partenza, rimborsiamo l’intera quota versata.

PER INFORMAZIONI

Potete chiamare Loretta Buonamico  327 4564966, o inviare una mail a  cealitorale@gmail.com; oppure inviare un messaggio (SMS o WhatsApp) lasciando nome, cognome, indirizzo e-mail.

Le prenotazioni devono pervenire entro il 9 febbraio 2019; una volta avuta conferma della disponibilità  deve essere effettuato il pagamento dell’acconto di 150 Euro a persona entro la stessa data.
Saldo entro il 31 luglio 2019.

Il viaggio si potrà effettuare con un minimo di 30 partecipanti.

 

GALLERIA FOTOGRAFICA    (foto da Flickr.com, CC)

 

 

 

Annunci