I funghi a Castel Fusano

La visita avrà una  guida di eccezione, il Professor Giuliano Fanelli, esperto botanico  che da anni studia l’ecologia dei vari ambienti del Litorale Romano.  


Il tema della visita riguarda i funghi che, ricordiamo,  sono  un regno vivente a se stante.Scopriremo il mondo dei funghi con le loro particolari associazioni di simbiosi e di parassitismo con le altre piante del bosco mediterraneo. 
La parte dei funghi che vediamo è solo la fruttificazione, mentre il micelio, il “corpo” del fungo, è costituito da sottili filamenti, ife, che si sviluppano nel terreno. Un certo numero di funghi cresce sulle piante e sul legno. I funghi sono legati alle caratteristiche del suolo. Molte specie stabiliscono, attraverso il micelio un intimo legame con le radici degli alberi e anche di piante erbacee in modo che si instaura uno scambio tra la pianta verde, che fornisce zuccheri al fungo, e il fungo, che fornisce sali minerali alla pianta. Se non esistessero i funghi saprofiti le sostanze nutritive rimarrebbero immobilizzate nelle foglie morte.