Tenuta di Procoio

Procoio itinerario archeologico
La campagna romana a Ostia Antica 

Appuntamento:  Stazione Metro Ostia Antica.
Contributo: euro 5, gratuita under 18

Si parte dalla fermata di Ostia Antica, anche per favorire l’uso del mezzo pubblico,  L’itinerario, che si svolge in gran parte su sentieri non asfaltati, attraversa un tratto di campagna passando accanto ai casali agricoli, i procoi da cui l’area prende il nome, e si raggiunge la Pineta di Procoio. La pineta con la relativa area coltivata è vasta circa 350 ettari dei quali 130 coltivati e 200 di pineta e macchia mediterranea, e si estende a nord dell’abitato di Ostia fino alla via di Castel Fusano. Di grande importanza l’aspetto archeologico: esistono tracce della via Severiana, la via litoranea al tempo dei Romani che collegava i porti di Claudio e Traiano ed arrivava fin a Terracina. Accanto alla via si trovano i resti di alcune ville di cui una con annesso impianto termale. Troviamo i resti di un muro con contrafforti lungo circa 160 metri, alto 2 con 39 contrafforti, di cui non è ancora chiara la funzione. Sotto l’aspetto naturalistico troviamo due interessanti particolarità: la presenza di un bosco di sughere del tutto assenti nella vicina pineta di Castel Fusano. Qui la sughera è associata al leccio ed abbiamo una varietà di cisto, il cisto giallo (Halimium halimifolium) che ha un areale limitato a pochissime località dell’Italia peninsulare mentre è assai diffusa in Sardegna.