Case del Celio

Il complesso architettonico noto come le “Case del Celio” si trova lungo il Clivo di Scauro, sulle pendici del Colle Celio, al di sotto della Basilica dei SS. Giovanni e Paolo ed è stato aperto al pubblico, dopo un complesso intervento di recupero, dal 2002.

Gli scavi, iniziati nell”800 hanno posto in luce oltre 20 ambienti ipogei, in parte affrescati, disposti su vari livelli, pertinenti ad edifici residenziali di età imperiale e tardo antica.

La tradizione vuole che questo fosse stato il luogo del martirio di due ufficiali della corte costantiniana, Giovanni e Paolo appunto, sotto l’Imperatore Giuliano l’Apostata (IV sec. d.c.). Lo studio delle strutture ha tuttavia rivelato delle vicende architettoniche e storiche molto più complesse.
Infatti nei secoli che precedono la costruzione della sovrastante Basilica, quest’area viene più volte trasformata e modificata: dapprima qui venne costruita una ricca domus con impianto termale privato e dopo circa un secolo un’insula, caratteristica abitazione popolare a più piani, completata da un portico antistante su cui si affacciavano delle tabernae. Nel corso del III sec d.c. i due edifici vennero unificati a formare un unica e ricca abitazione, all’interno della quale nacque un luogo di culto cristiano.
La visita con apertura straordinaria del sito ci consentirà di ammirare il complesso degli edifici sottostanti la Basilica e gli straordinari affreschi in essi conservati.

Annunci